facebook twitter  

Studi360


Committente: I.C. Vochieri-Carducci.

Dove e quando: 6 febbraio 2019, Alessandria.

Obiettivi: informare sulle dinamiche del bullismo, in occasione della giornata nazionale.

Cosa abbiamo fatto: conduzione di un incontro rivolto a genitori, insegnanti e alunni, a cura della dott.ssa Alessia Bobbio.

Risultati raggiunti: informazione e condivisione tra i partecipanti con particolare attenzione sulle responsabilità e ruoli personali (in ambito familiare e scolastico) nella dinamica del bullismo. 

Committente: I.C. Negri

Dove e quando: Casale Monferrato (AL), a.s. 2016/17

Obiettivi: 

  • offrire uno spazio di riflessione e confronto tra insegnanti nell'ottica dell'empowerment e della valorizzazione delle risorse personali e professionali;
  • implementare la capacità creativa e di problem solving rispetto a strategie di gestione di situazioni problematiche in classe sia didattiche che comportamentali;
  • strutturare momenti volti alla gestione dello stress e all'elaborazione di aspetti emotivi per migliorare le capacità di lettura delle dinamiche relazionali con il singolo, il gruppo classe, le famiglie e i colleghi.

Cosa abbiamo fatto: attivazione di un corso di supervisione tra insegnanti che avevano già partecipato al corso di formazione "Le sorgenti dell'apprendimento" provenienti dai tre ordini scolastici presenti nell'I.C., a cadenza mensile, da ottobre a maggio.

Risultati ottenuti: Dalle valutazioni raccolte al termine del corso è emerso che sono stati pienamente raggiunti gli obiettivi di implementazione della capacità creativa e di problem solving e di crescita delle strategie di gestione di situazioni problematiche in classe sia didattiche che comportamentali.

Gli insegnanti hanno sottolineato che la partecipazione è stata efficace per l'elaborazione degli aspetti emotivi e per migliorare la capacità di lettura delle dinamiche relazionali con il singolo e il gruppo classe.

Inoltre è stata apprezzata la possibilità di scambio e condivisione tra colleghi e l'appartenenza ai tre ordini diversi è stata vissuta come una importante risorsa.

Nell'ambito del Programma Operativo Nazionale del MIUR "Per la scuola: competenze e ambienti per l'apprendimento" la dott.ssa Alessia Bobbio è stata selezionata per la formazione dei primi tre moduli del corso "Informatica a sostegno di BES e DSA" promosso dall'Istituto Superiore Balbo di Casale Monferrato.

Vista l'alta adesione il corso è stato replicato in tre edizioni nei mesi di maggio, settembre e ottobre 2017.

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

Committente: I.C. Negri
Dove e quando: Casale Monferrato (AL), anni scolastici 2015/16 e 2016/17.

Obiettivi:

  • Acquisire competenze sullo sviluppo cognitivo in età prescolare e scolare;
  • accrescere le conoscenze sugli stili dell'apprendimento e le strategie ad essi correlate;
  • implementare la capacità di osservazione degli apprendimenti, per aiutare a sviluppare armonicamente le funzioni cognitive degli alunni;
  • conoscere e saper applicare strategie di didattica metacognitiva.

Cosa abbiamo fatto:

  • analisi delle esigenze formative del corpo docenti;
  • progettazione ed erogazione di due corsi di formazione di 14 ore ciascuno che hanno alternato momenti teorici ed esperienziali anche attraverso specifiche esercitazioni di gruppo sull'utilizzo del materiale didattico rilasciato e discussioni di casi specifici a partire dall'esperienza dei partecipanti;
  • valutazione finale di gradimento sull'efficacia della formazione e stesura di report alla committenza.

Risultati ottenuti: alta partecipazione da parte dei docenti e ottimi riscontri sull'efficacia del corso, sui temi proposti, sul materiale distribuito e sui formatori, rilevati tramite la compilazione dei questionari anonimi al termine del corso.

Committente: Istituto Comprensivo di Gavi

Dove e quando: Scuole dell'Infanzia Bosio e Voltaggio (AL), a.s. 2014/15

Obiettivi: 1) acquisire conoscenze teorico-metodologiche e strumenti di lavoro che consentano di proporre ai bambini delle attività espressive con elementi di DanzaMovimentoTerapia (DMT); 2) approfondire la tematica della comunicazione non verbale e del linguaggio del corpo (la morfologia, la postura, la qualità del movimento, i sintomi somatici come segnale, la qualità della relazione con sé stessi, con lo spazio, con il ritmo, con gli oggetti, con l'altro e con il gruppo).

Cosa abbiamo fatto: Dopo una breve introduzione teorico-esperienziale rivolta alle insegnanti, le stesse sono state coinvolte in modo attivo nella realizzazione del laboratorio con i bambini, in qualità di osservatrici partecipanti. L'intervento si è concluso con una giornata formativa per le insegnanti a carattere esperienziale.
Risultati ottenuti:

  • sensibilizzazione alle insegnanti rispetto all'importanza di uno sguardo globale sul bambino e su quanto la concezione di unità psico-corporea cambi il punto di vista su di sé e sugli altri;
  • messa in gioco di sé da parte di insegnanti e bambini;
  • possibilità di dialogare con un'altra forma di linguaggio.
Pagina 1 di 2