facebook twitter  

Studi360


Abbiamo pensato di mettere a disposizione tutte le nostre competenze a favore della cittadinanza in questo difficile momento di emergenza.

Da lunedì 30 marzo 2020 sarà attivo il servizio "COntattaci: Vinciamo Insieme le Distanze!" con la finalità di offrire uno spazio di ascolto e supporto sia in ambito psicologico, che educativo e didattico.

Telefonando al numero 0131/382273 dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 13.00 sarà possibile parlare con un operatore che raccoglierà la richiesta e vi farà successivamente contattare dal professionista più indicato a rispondere alla vostra esigenza. Si sceglieranno le modalità più indicate ma anche disponibili per chi ci chiama (telefonata, videochiamata, whatsapp, skype, zoom, ecc.) e ciascuno avrà a disposizione 3 colloqui di supporto.

A questo LINK trovate l'elenco degli operatori coinvolti e le loro specializzazioni. 

Il servizio è gratuito ed è rivolto a tutti i residenti della Provincia di Alessandria. Il costo della chiamata varia in base al proprio operatore telefonico. 

 

Committente: I.C. Vochieri-Carducci.

Dove e quando: 6 febbraio 2019, Alessandria.

Obiettivi: informare sulle dinamiche del bullismo, in occasione della giornata nazionale.

Cosa abbiamo fatto: conduzione di un incontro rivolto a genitori, insegnanti e alunni, a cura della dott.ssa Alessia Bobbio.

Risultati raggiunti: informazione e condivisione tra i partecipanti con particolare attenzione sulle responsabilità e ruoli personali (in ambito familiare e scolastico) nella dinamica del bullismo. 

Committente: Istituto Comprensivo P. Straneo di Alessandria.

Dove e quando: scuola secondaria di primo grado P. Straneo, Alessandria, mesi di marzo e aprile 2017.

Obiettivi: offrire occasioni di informazione, confronto e collaborazione, rivolte a genitori ed insegnanti sui temi dell'educazione.

Cosa abbiamo fatto: organizzazione di tre serate su tematiche concordate con la committenza, che prevedevano un momento di stimolo teorico e attività di discussione in piccoli gruppi.

Risultati ottenti: alta partecipazione da parte delle famglie e dei docenti dei tre ordini scolastici coinvolti, consolidamento dei rapporti di collaborazione con la committenza, gradimento e soddisfazione dei partecipanti.

Committente: Associazione EMDR Italia.

Dove e quando: Norcia, agosto 2016 - marzo 2017.

Obiettivi: portare supporto psicologico alle vittime e agli sfollati delle zone terremotate.

Cosa abbiamo fatto: la dott.ssa Francesca Tinelli, come membro dell'Associazione EMDR Italia, che fa parte di una rete di associazioni e organizzazioni a livello internazionale formate da psicoterapeuti specializzati in EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing), si è recata presso le zone terremotate ed ha collaborato nell'intervento di psicologia dell'emergenza in corso sul territorio del Centro Italia.

L'EMDR è un approccio psicoterapeutico che l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha riconosciuto nel 2013 come trattamento efficace per la cura del trauma e dei disturbi ad esso correlati. L'Ordine degli Psicologi dell'Umbria ha contattato gli psicologi dell'emergenza dell'associazione EMDR ed ha collaborato nel coordinare gli interventi sul territorio. La Psicologia dell'emergenza si occupa degli interventi clinici e sociali in situazioni di calamità e disastri naturali, in un setting dove le dimensioni spazio–tempo sono stravolte, così come i vissuti emotivo-relazionali connessi.


Risultati raggiunti: per scaricare il report conclusivo dell'esperienza CLICCA QUI.

Committente: Istituto Comprensivo di Gavi

Dove e quando: Scuole dell'Infanzia Bosio e Voltaggio (AL), a.s. 2014/15

Obiettivi: 1) acquisire conoscenze teorico-metodologiche e strumenti di lavoro che consentano di proporre ai bambini delle attività espressive con elementi di DanzaMovimentoTerapia (DMT); 2) approfondire la tematica della comunicazione non verbale e del linguaggio del corpo (la morfologia, la postura, la qualità del movimento, i sintomi somatici come segnale, la qualità della relazione con sé stessi, con lo spazio, con il ritmo, con gli oggetti, con l'altro e con il gruppo).

Cosa abbiamo fatto: Dopo una breve introduzione teorico-esperienziale rivolta alle insegnanti, le stesse sono state coinvolte in modo attivo nella realizzazione del laboratorio con i bambini, in qualità di osservatrici partecipanti. L'intervento si è concluso con una giornata formativa per le insegnanti a carattere esperienziale.
Risultati ottenuti:

  • sensibilizzazione alle insegnanti rispetto all'importanza di uno sguardo globale sul bambino e su quanto la concezione di unità psico-corporea cambi il punto di vista su di sé e sugli altri;
  • messa in gioco di sé da parte di insegnanti e bambini;
  • possibilità di dialogare con un'altra forma di linguaggio.
Pagina 1 di 2